ROMA – La Corte di Cassazione ha stabilito che il 12 e 13 giugno si terrà il referendum sul nucleare.
E’ stata così accolta l’istanza presentata dal Pd che chiede di trasferire il quesito sulle nuove norme appena votate nel dl omnibus: quindi la richiesta di abrogazione rimane la stessa, ma invece di applicarsi alla precedente legge si applicherà appunto alle nuove norme sulla produzione di energia nucleare (art. 5 commi 1 e 8).

© Copyright ANSA – Tutti i diritti riservati 01.06.2011 ore 12:01

 

 
Cari e care,

avrete sicuramente letto: dopo il parere delle cassazione passa definitivamente il quesito sul nucleare, nonostante i subdoli e incredibili tentativi di boicottare il voto del popolo contro il nucleare. Scatta quindi il pieno attacco per l’obiettivo di raggiungere il quorum e vincere nuovamente la sfida. La priorità per tutti, a partire da adesso, sarà sfruttare al meglio tempo, mezzi mediatici e coinvolgere tanti volontari per informare il più possibile: via ai volantinaggi, porta a porta, banchetti in ogni dove, email, social network, adesivi ovunque. Insomma, entriamo nel vivo. Tanto abbiamo fatto fino adesso ma, ci sentiamo di dire, che i giorni decisivi sono quelli che abbiamo davanti: diamoci da fare, come solo noi sappiamo fare!

I materiali informativi (volantini e opuscoli)li potete trovarli qui http://www.legambiente.it/dettaglio.php?tipologia_id=16&contenuti_id=2522

Inviateli via email, lasciateli nei bar, negli esercizi commerciali, ovunque vi venga in mente. Le locandine che sono all’interno dell’opuscolo fanno al caso nostro!

Vi invitiamo, inoltre, a far girare tutti gli spot che abbiamo, anche sulla pagina facebook http://www.facebook.com/home.php#!/unsimusicalecontroilnucleare e condividete il più possibile!

Mettetevi anche in contatto con il comitato per tutti gli altri materiali e le interazioni con le altre associazioni www.fermiamoilnucleare.it
Un caro saluto contro il nucleare!

 

Rossella Muroni                                                                                                Vittorio Cogliati Dezza

Direttrice generale Legambiente                                                   Presidente Nazionale Legambiente