Nucleare/ Appello oncologi, al referendum votare si’

Sabato, 4 Giugno 2011 – 18:43

Gli oncologi italiani si schierano compatti contro il nucleare. Come anticipato nei giorni scorsi, arriva oggi dal congresso Asco di Chicago, il piu’ importante incontro mondiale di oncologia, l’appello dell’Aiom, l’associazione italiana di oncologia medica, a votare si’ al referendum del 12 e 13 giugno. “Il nucleare e’ la cosa piu’ cancerogena che esista – sottolinea il presidente dell’Aiom Carmelo Iacono – e non e’ controllabile, come ha dimostrato Fukushima. Lasciamo stare le centrali, puntiamo sulle energie alternative, che sono poco inquinanti e non presentano i rischi enormi per la salute che ha il nucleare”. Per gli oncologi, insomma, non ci sono dubbi: “Troppi rischi per giustificare i benefici. Anche perche’ non rischia solo chi e’ vicino alla centrale nel caso, come abbiamo visto non improbabile, di incidente: pensiamo al mare, ai pesci, e quindi alla catena alimentare, le coltivazioni. Gia’ la battaglia contro i tumori e’ dura, non ci sembra proprio il caso di aumentare ulteriormente i rischi, e che rischi. E sia chiaro, a scanso di equivoci: la nostra non e’ una presa di posizione politica, ma esclusivamente tecnica, da scienziati. Non si puo’ che andare a votare – conclude Iacono – e votare si'”.