Dal 10 settembre al 30 settembre 2012 soggiornerà in Italia un gruppo di otto ragazzi/e russi della zona di Cernobyl per un programma musicale nell’ambito del progetto “Il viburno rosso”. I rami spogli di viburno con le bacche rosse nella neve è una delle immagini suggestive della campagna russa. Quella stessa campagna, nella regione di Brjansk, contaminata dalle radiazioni di Cernobyl, depressa e spesso dimenticata.

La campagna russa, tuttavia, è anche cultura, arte, tradizioni e, soprattutto, musica e canti. In ogni villaggio russo c’è un coro di donne o un collettivo canoro; in ogni scuola i ragazzi cantano e imparano le canzoni popolari, si esibiscono nei loro costumi tradizionali.

Con “Il viburno rosso” prosegue così anche nel 2012 il progetto di valorizzazione della cultura e delle arti nella provincia russa. I ragazzi invitati, provenienti dal villaggio russo di Vyshkov della provincia di Zlynka, saranno accompagnati da Ivan, direttore della vicina scuola di Dobrodeevka, e da Aleksandr, fisarmonicista e insegnante di musica. Il gruppo porterà con se un bajan, la fisarmonica tradizionale russa, con cui Aleksandr accompagnerà dal vivo i ragazzi nelle loro esibizioni.

Durante la loro permanenza in Italia i ragazzi interagiranno – con incontri di scambio musicale – con quelli delle scuole di Stresa, Baveno, Castronno (VA). Oltre a momenti ricreativi, è previsto un folto programma di  esibizioni pubbliche nei paesi ospitanti. Sono previsti i seguenti concerti:

–          15.9 – ore 21 Limbiate (MB) Cinema teatro Varedo

–          16.9 – ore 20.30 Varzo (VB) Sala comunale

–          21.9 – ore 21  Verbania Auditorium Sant’anna

–          22.9 – ore 21 Stresa (VB) Palazzina Liberty

–          24.9 – ore 21 Biella

–          26.9 – ore 20.45 Garlate (LC)

–          28.9 – ore 21 Baveno (VB) Oratorio Oltrefiume

–          29.9 – ore 21 Castronno (VA)

 

Il 21 e il 28 settembre il gruppo parteciperà alla giornata di “Puliamo il mondo” indetta da Legambiente con alcune classi dell’Istituto Comprensivo C. Rebora di Stresa e dell’Istituto Comprensivo A. Fogazzaro di Baveno.

Alcuni momenti conviviali, con la partecipazione di associazioni locali, allieteranno la presenza degli ospiti, oltre a consentire la raccolta fondi per sostenere i progetti in corso; in particolare venerdì 28 alle ore 19:30 si terrà una cena presso l’Oratorio di Oltrefiume cui seguirà un breve concerto e l’estrazione della lotteria annessa all’evento.