Le Russie di Cernobyl

“Legambiente Circolo Il Brutto Anatroccolo” – neonato circolo di Legambiente del Verbano – e il Circolo di Castronno (Va) sono i promotori de LE RUSSIE DI CERNOBYL, ai cui progetti partecipano anche altri circoli e comitati Cernobyl di Piemonte, Lombardia e Veneto che ne condividono le finalità.

“Le Russie di Cernobyl” promuove una tradizione di cooperazione partecipata dal basso –  con progetti di cooperazione, scambio culturale e diffusione del volontariato ecologico – nelle zone colpite dalla catastrofe nucleare di Cernobyl del 1986 i cui territori, dove vivono diversi milioni di persone, sono tuttora contaminati dalle radiazioni.

I progetti sono attualmente concentrati nella zona russa – province di Novozybkov, Zlynka e Klincy –, per lo più ignorata sia da organizzazioni e associazioni internazionali (che attuano prevalentemente in Bielorussia) che dallo stesso governo russo.

Il principale strumento di diffusione e informazione è il sito Internet lerussiedicernobyl.blogspot.com nel quale vengono pubblicati tutti i materiali e le presentazioni dei progetti, documenti scientifici, traduzione di articoli e news dal russo, gallerie fotografiche, filmati, interviste, opere d’arte, links a siti d’interesse relativi a Cernobyl e al nucleare.

Le Russie di Cernobyl

Sede:

E-mail: lerussiedicernobyl@gmail.com

Referenti:

Stefano Fronteddu (coordinatore) – 333-3069965 – stefano70@mail.ru
Carla Bellezza (Circolo Il Brutto Anatroccolo) – 333-1465890 – carla.bellezza@libero.it
Lino Zaltron (Circolo Legambiente Castronno) – 338-9617257 – zaltronlino@libero.it

PROGETTI 2011

«Dubrava»: risanamento di bambini delle province contaminate russe presso il sanatorio “Dubrava”, situato vicino a Brjansk in zona pulita. Durante le tre settimane di permanenza – grazie all’aria e al cibo pulito e alle procedure terapeutiche – i bambini perdono in media circa il 30% dei radionuclidi incorporati.

«Coloriamo Cernobyl», serie di collaborazioni con la Scuola d’arte di Novozybkov:
1) Scambio culturale con l’invito nel mese di settembre di un gruppo dei bambini della Scuola d’arte in Italia;
2) Partecipazione dei bambini delle scuole italiane al concorso di disegno “Io disegno il mio mondo e ve lo regalo” (nel 2011 con tema ambientale);
3) Diffusione della mostra del Concorso di disegno.

«Costellazione verde»: diffusione del volontariato ambientale in Russia attraverso l’apertura di eko-club nostri partner. Attualmente ne abbiamo due:

Eko-club “Costellazione” (ginnasio di Klincy, Russia)
–     Organizzazione di Puliamo il Mondo in Russia
–     Interventi nelle scuole su Cernobyl e la radioprotezione
–     Eventi e raccolta di testimonianze con liquidatori, medici, scrittori
–     Stage ambientale di alcuni ragazzi in Italia (settembre 2011)

Eko-club “Pianeta Verde” (scuola n. 4 di Novozybkov, Russia)
–     Svolgimento di Puliamo il Mondo a Novozybkov e provincia
–     Iniziative e concorsi artistici a tema ambientale tra gli alunni della scuola
–     Raccolta di testimonianze su Cernobyl

«Villaggi amici»: gemellaggi tra comuni italiani e villaggi della zona di Cernobyl (nel cui ambito si sviluppano progetti di aiuto e di scambio). Nel 2011 sono partiti quelli tra Stresa e Vereschaki e tra Baveno e Dobrodeevka.

«La memoria di Cernobyl». Nel 2011, per il 25° anniversario di Cernobyl, è nato il progetto “La memoria di Cernobyl”, una raccolta di testimonianze su come quel nefasto evento abbia influito sulla vita delle persone. Il materiale raccolto viene man mano pubblicato in italiano e in russo sul relativo sito lamemoriadicernobyl.blogspot.com, suddiviso nelle seguenti sezioni: “Liquidazione di Cernobyl”, “La scienza e Cernobyl”, “Il popolo e Cernobyl”, “Le migrazioni di Cernobyl”, “La memoria dei giovani”, “I volontari e Cernobyl”.

PROGETTI 2012

«Radimici»: nel corso della delegazione di febbraio 2012 abbiamo aperto un rapporto con l’associazione di volontariato russa “Radimici” che opera da decenni nella città di Novozybkov con interventi di tipo sanitario ed educativo; sono interessati a nuovi settori (come quello delle energie alternative) e a collaborare con noi; nell’estate 2012 due ragazze italiane, nostre collaboratrici, si sono recate per uno stage di un mese presso di loro ed è stato programmato l’intervento di due loro volontari nel campo di volontariato internazionale previsto nel 2013.

«Coloriamo Cernobyl», serie di collaborazioni con la Scuola d’arte di Novozybkov:
1) Partecipazione dei bambini delle scuole italiane al concorso di disegno “Io disegno il mio mondo e ve lo regalo” (nel 2012 con tema ambientale);
2) Diffusione della mostra del Concorso di disegno.

«Viburno rosso»: lo scambio culturale del 2012 ha visto a Stresa 8 ragazzi russi del gruppo folkloristico “Viburno rosso” che hanno tenuto 6 concerti di musiche popolari russe in Piemonte e in Lombardia; molti sono stati anche i momenti di scambio con gli alunni delle scuole di Baveno, Stresa e Gignese con attività scolastiche ambientali e musicali congiunte.

«La memoria di Cernobyl» Nel 2012 è continuato il progetto “La memoria di Cernobyl” con l’arricchimento della raccolta di testimonianze su come quel nefasto evento abbia influito sulla vita delle persone. Il materiale raccolto è pubblicato in italiano e in russo sul relativo sito lamemoriadicernobyl.blogspot.com

Continuano sulla falsariga del 2011  i progetti «Dubrava», «Costellazione verde» e «Villaggi amici».

PROGETTI 2013

«Radimici»: quest’anno la collaborazione con l’ong Radimici di Novozybkov prende corpo e si imposta su una prospettiva pluriennale per la realizzazione di progetti comuni in diversi settori con l’obiettivo fondamentale dello sviluppo del volontariato giovanile e della società civile nella provincia russa; nell’estate 2013 sette ragazze e 1 ragazzo italiani dell’Università Statale di Milano si recheranno per uno stage il campeggio estivo Novokemp organizzato da Radimici; è stato programmato l’intervento di due loro volontari nel campo di volontariato internazionale del luglio 2013.

«Viburno rosso»: lo scambio culturale del 2013 prevede l’arrivo a Baveno di 8 ragazze russe del gruppo folkloristico “Viburno rosso” che terranno diversi concerti di musiche popolari russe in Piemonte e in Lombardia; molti saranno i momenti di scambio con gli alunni delle scuole di Baveno, Stresa e Gignese con attività scolastiche ambientali e musicali congiunte.

Continuano sulla falsariga degli anni precedenti  i progetti «Dubrava», «Coloriamo Cernobyl», «Costellazione verde», «Villaggi amici» e la «La memoria di Cernobyl».

 

Per maggiori informazioni visitate le pagine web:

Le Russie di Cernobyl
La memoria di Cernobyl